Aceto Sirk

Aceto Sirk

Stampa la scheda

Come raggiungerci

 

Nel panorama dei prodotti simbolo della cultura agroalimentare italiana e friulana in particolare, l’aceto è forse l’ultimo ancora da “scoprire”. Parliamo dell’aceto di vino che ha subito, una violenta industrializzazione, confinando ai margini i prodotti artigianali. Ora questi artigiani stanno rialzando la testa e questa è la storia di uno di loro, Josko Sirch da Cormòns.
Josko – che è pure proprietario, con la sua famiglia, del ristorante la Subida – ha saputo imprimere una profonda innovazione alla produzione dell’aceto di vino. L’intuizione è stata quella di partire non dal vino, ma dall’uva. Già! L’assaggio conferma che quell’intuizione è stata felice: aromi caldi e polifonici, non freddi, taglienti e pungenti come la stragrande maggioranza degli aceti che conosciamo; in bocca ha struttura che si allunga in un’ottima persistenza aromatica, con una mineralità molto rara per un aceto. Insomma: un aceto complesso e completo, che ti fa scoprire un mondo nuovo.
L’uva di partenza è la Ribolla gialla. Per ottenere la complessità descritta, pigia l’uva, lasciando mosto e vino a contatto con le bucce in tini di rovere aperti per circa 9 mesi. Per smussarne gli angoli e renderlo equilibrato, lo fa quindi affinare 2 anni in barrique di rovere. Tre anni per arrivare alla fine del processo, contro i 120 minuti che ci mette l’industria. Dio mio!

INFORMAZIONI

Aceto Sirk
Cormons (UD) 34071
Via Subida, 52
tel. 0481 60531
sirk@acetosirk.it
www.acetosirk.it