Una ricetta proposta dal ristorante Al Bagatto

Il pesce azzurro del Golfo di Trieste è considerato uno dei migliori d’Italia. Le alici in particolare, sono un vanto della città e vengono chiamate sardoni barcolani, da Barcola, la località sul mare tra il castello di Miramare e la città.
I sardoni impanati e fritti sono il piatto più popolare di questo pesce.

Ingredienti

500 g alici nostrane dette sardoni barcolani, 40 g di pinoli, 1 kg di fave fresche pulite, pane fresco per impanatura, sale di Sicciole, pepe, vino bianco Ribolla gialla, olio d’oliva Tergeste Dop Snozak e brodo vegetale.

Preparazione

Per la crema di fave: scaldare l’olio in padella e aggiungere le fave, sfumare con vino bianco, salare e bagnare con il brodo vegetale fino a coprirle. Portare a cottura per circa 20 minuti, aggiungendo, se serve, ancora del brodo. Quando le fave sono pronte si mettono nel frullatore per ottenere una crema. Controllare sale e pepe.
Per le polpettine: pulire e spinare le alici fresche, tostare i pinoli e frullare il tutto con un pizzico di sale e un filo d’olio. Con l’impasto preparare a mano le polpettine, della dimensione di una noce, quindi impanarle con pane fresco macinato grosso e successivamente friggerle nell’extravergine. Disporre al centro del piatto la crema di fave e posizionare le polpettine a piramide. Guarnire con erba cipollina e foglia di pomodoro essiccata.

vino consigliato

Ribolla gialla de Il Carpino. Il piatto è fatto apposta per esaltarsi con la Ribolla gialla de Il Carpino: vino schietto, sapido, ideale per questa rivisitazione dei sardoni fritti.
Da servire a 6-8° C nel calice Riedel Vinum Chardonnay.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>